Discussion:
Farmaci da banco, con ricetta ticket e con ricetta senza ticket
(troppo vecchio per rispondere)
pozz
2009-04-29 21:56:17 UTC
Vorrei cercare di capire meglio il mondo della sanità e del fisco (due
mondi distorti dell'Italia).

In farmacia vendono prodotti generici per la salute (tipo dentifrici e
spazzolini), parafarmaci, medicinali da banco (aspirina), medicinali con
obbligo di ricetta e pagamento del solo ticket, medicinali con obbligo
di ricetta con pagamento intero.

Nel 730:
A dentifrici e simili: non si possono detrarre
B parafarmaci: non si possono detrarre
C medicinali da banco: si possono detrarre
D medicinali con ricetta e ticket: si possono detrarre
E medicinali con ricetta senza ticket: si possono detrarre

Nel caso C, D ed E ho bisogno di avere uno scontrino parlante, quindi
con natura (cosa è?), qualità (cosa è?), quantità, prezzo e codice
fiscale. Immagino che natura sia farmaco (o medicinale), parafarmaco,
ecc. Qualità immagino sia il nome del prodotto acquistato.

Nel caso D ed E è necessario conservare ai fini fiscali, insieme allo
scontrino, anche la ricetta medica.
Nel caso di farmaci per cui si paga solo il ticket (caso D), siccome la
ricetta rossa del medico di base viene trattenuta dalla farmacia, si può
conservare la semplice fotocopia (e come si fa se la fotocopia non la si
ha?).
Nel caso di farmaci con obbligo di ricetta per cui si paga l'intero
importo (caso E), è sufficiente la ricetta "bianca" dello specialista (o
del medico curante che li ha prescritti).

Ovviamente anche nel caso di acquisto di farmaci pagando l'intero
importo, pur avendo avuto la possibilità di pagare solo il ticket (per
mancanza di tempo non sono potuto andare al medico di base a farmi fare
la ricetta "rossa" così ho pagato il prezzo pieno in farmacia), mi basta
conservare la ricetta "bianca". Naturalmente anche in questo caso lo
scontrino deve essere parlante.
pozz
2009-04-29 22:10:40 UTC
pozz ha scritto:
[...]
Post by pozz
Nel caso D ed E è necessario conservare ai fini fiscali, insieme allo
scontrino, anche la ricetta medica.
Nel caso di farmaci per cui si paga solo il ticket (caso D), siccome la
ricetta rossa del medico di base viene trattenuta dalla farmacia, si può
conservare la semplice fotocopia (e come si fa se la fotocopia non la si
ha?).
Nel caso di farmaci con obbligo di ricetta per cui si paga l'intero
importo (caso E), è sufficiente la ricetta "bianca" dello specialista (o
del medico curante che li ha prescritti).
In questo caso, ai fini fiscali, è necessario che sulla ricetta ci sia
il timbro, il prezzo e la firma della farmacia per ogni confezione
acquistata (ricette ripetibili)?

Mi chiedo questo perchè un medico specialista mi ha prescritto
telefonicamente dei farmaci che sono riuscito ad avere dalla farmacia
anche senza ricetta (né quella dello specialista, né quella del medico
di base), naturalmente pagando l'intero importo.
A posteriori mi sono fatto fare dal medico delle prescrizioni dello
stesso farmaco in modo da allegarle allo scontrino posteriormente
all'acquisto. Naturalmente su queste ricette non c'è la firma, il timbro
e il prezzo della farmacia... vale comunque ai fini delle detrazioni su
dichiarazione dei redditi?
w01
2009-04-29 22:11:39 UTC
Post by pozz
Vorrei cercare di capire meglio il mondo della sanità e del fisco (due
mondi distorti dell'Italia).
In farmacia vendono prodotti generici per la salute (tipo dentifrici e
spazzolini), parafarmaci, medicinali da banco (aspirina), medicinali con
obbligo di ricetta e pagamento del solo ticket, medicinali con obbligo
di ricetta con pagamento intero.
A dentifrici e simili: non si possono detrarre
B parafarmaci: non si possono detrarre
C medicinali da banco: si possono detrarre
D medicinali con ricetta e ticket: si possono detrarre
E medicinali con ricetta senza ticket: si possono detrarre
Nel caso C, D ed E ho bisogno di avere uno scontrino parlante, quindi
con natura (cosa è?), qualità (cosa è?), quantità, prezzo e codice
fiscale. Immagino che natura sia farmaco (o medicinale), parafarmaco,
ecc. Qualità immagino sia il nome del prodotto acquistato.
Nel caso D ed E è necessario conservare ai fini fiscali, insieme allo
scontrino, anche la ricetta medica.
Nel caso di farmaci per cui si paga solo il ticket (caso D), siccome la
ricetta rossa del medico di base viene trattenuta dalla farmacia, si può
conservare la semplice fotocopia (e come si fa se la fotocopia non la si
ha?).
Nel caso di farmaci con obbligo di ricetta per cui si paga l'intero
importo (caso E), è sufficiente la ricetta "bianca" dello specialista (o
del medico curante che li ha prescritti).
Ovviamente anche nel caso di acquisto di farmaci pagando l'intero
importo, pur avendo avuto la possibilità di pagare solo il ticket (per
mancanza di tempo non sono potuto andare al medico di base a farmi fare
la ricetta "rossa" così ho pagato il prezzo pieno in farmacia), mi basta
conservare la ricetta "bianca". Naturalmente anche in questo caso lo
scontrino deve essere parlante.
Si è tutto semplificato.....basta avere per tutti i casi in cui è ammessa la
detrazione lo scontrino parlante.
w01

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
pozz
2009-04-29 22:32:06 UTC
Post by w01
Si è tutto semplificato.....basta avere per tutti i casi in cui è ammessa la
detrazione lo scontrino parlante.
Quindi non serve più conservare insieme allo scontrino parlante anche la
ricetta del medico (nei casi previsti)?
Io leggo nelle istruzioni del 730 (pag. 64 dell'appendice):

"Per le spese indicate nei righi E1, E2, E3, e E26 occorre conservare la
seguente documentazione fiscale rilasciata dai percettori delle somme:
- la documentazione della spesa sostenuta per i ticket potrà essere
costituita dalla fotocopia della ricetta rilasciata dal medico di
base in unico esemplare corredata dallo scontrino fiscale rilasciato
dalla farmacia, corrispondente all'importo del ticket pagato sui
medicinali indicati nella ricetta;
[...]"

Sembra che nel caso di pagamento del solo ticket (quindi ricetta
"rossa") serva conservare non solo lo scontrino, ma anche la fotocopia
della ricetta.
w01
2009-04-30 09:57:23 UTC
Post by pozz
Post by w01
Si è tutto semplificato.....basta avere per tutti i casi in cui è ammessa la
detrazione lo scontrino parlante.
Quindi non serve più conservare insieme allo scontrino parlante anche la
ricetta del medico (nei casi previsti)?
"Per le spese indicate nei righi E1, E2, E3, e E26 occorre conservare la
- la documentazione della spesa sostenuta per i ticket potrà essere
costituita dalla fotocopia della ricetta rilasciata dal medico di
base in unico esemplare corredata dallo scontrino fiscale rilasciato
dalla farmacia, corrispondente all'importo del ticket pagato sui
medicinali indicati nella ricetta;
[...]"
Sembra che nel caso di pagamento del solo ticket (quindi ricetta
"rossa") serva conservare non solo lo scontrino, ma anche la fotocopia
della ricetta.
A pag.28 del Mod.730_2009 così dice testualmente :
Con riferimento alle spese sanitarie relative all'acquisto di medicinali, si
precisa che la destrazione spetta se la spesa è certificata da fattura, o da
scontrino fiscale ( c.d. " scontrino parlante" ), in cui devono essere
specificati
la natura,la qualità e la quantità dei prodotti acquistati nonchè il codice
fiscale
del destinatario.
Ciao w01

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
pozz
2009-05-01 07:35:46 UTC
Post by w01
Con riferimento alle spese sanitarie relative all'acquisto di medicinali, si
precisa che la destrazione spetta se la spesa è certificata da fattura, o da
scontrino fiscale ( c.d. " scontrino parlante" ), in cui devono essere
specificati
la natura,la qualità e la quantità dei prodotti acquistati nonchè il codice
fiscale
del destinatario.
Spero tu abbia ragione, anche se, come mi sembra di capire anche
dall'intervento di SD, che tutto dipende dalla bontà del CAF a cui ti
rivolgi.
Astrusovic
2009-05-19 11:58:17 UTC
  Si è tutto semplificato.....basta avere per tutti i casi in cui è ammessa la
  detrazione lo scontrino parlante.
  w01
Concordo. Ma qualcuno che vuole complicare le cose lo si trova
sempre...:
http://denuncia-redditi.blogautore.repubblica.it/2008/04/17/scontrini-farmacia-quando-serve-la-ricetta-e-quando-basta-lautocertificazione/

cito una parte:
Per i farmaci prescrivibili senza ricetta, invece, è necessaria
un’autocertificazione che ne attesti la necessità da parte del
contribuente o dei suoi familiari.

???? li acquisto per dare sostegno al reddito delle farmacie???? mi
pare un consiglio micragnoso, se non sbagliato addirittura?
SD's NoSpam Newsreading account
2009-04-30 08:39:36 UTC
Post by pozz
A dentifrici e simili: non si possono detrarre
e ci mancherebbe altro
Post by pozz
B parafarmaci: non si possono detrarre
questa purtroppo e' una novita' (ingiusta) di quest'anno ... lo scorso
anno il CAF mi aveva accettato un ciclo semestrale di un costoso
parafarmaco per cui avevo esplicita prescrizione medica. Quest'anno ha
rigettato una costosa pomata dermatologica a mia madre nonostante la
prescrizione.
Post by pozz
C medicinali da banco: si possono detrarre
D medicinali con ricetta e ticket: si possono detrarre
E medicinali con ricetta senza ticket: si possono detrarre
Il CAF da cui vado sui ticket e' sempre stato schizzinoso
Post by pozz
Nel caso C, D ed E ho bisogno di avere uno scontrino parlante
a Milano e in Lombardia tutte le farmacie che conosco lo rilasciano
Post by pozz
Nel caso D ed E è necessario conservare ai fini fiscali, insieme allo
scontrino, anche la ricetta medica. Nel caso di farmaci per cui si
paga solo il ticket (caso D), siccome la ricetta rossa del medico di
base viene trattenuta dalla farmacia, si può conservare la semplice
fotocopia (e come si fa se la fotocopia non la si ha?).
A me il CAF ha sempre accettato (come da istruzioni del 730) tutti gli
scontrini C ed E che riportano il prezzo pieno SENZA necessita' di
vedere la ricetta ma con una semplice autodichiarazione. Non ho mai
capito perche' invece nel caso D ci voglia la fotocopia della ricetta
rossa ... lo scontrino parlante e' sufficientemente chiaro, indica sia
il ticket che l'eventuale differenza di prezzo (e ovviamente il codice
fiscale del malato) ... pero' la somma dei ticket non la accettano mai.

Ora tipicamente una va dal medico la sera prima che gli finiscano dei
farmaci (o magari ne ha bisogno d'urgenza) e poi corre in farmacia prima
che chiuda. Mica puo' aspettare il giorno dopo a curarsi per farsi la
fotocopia della ricetta in ufficio, o andare in cartoleria a farla a
pagamento (che a quel punto gli costa piu' del 19% rimborsato).

Non ho mai capito il senso di questa piccola vessazione sui ticket (che
se poi una e' cronica possono anche non essere una piccolissima cifra).
--
----------------------------------------------------------------------
***@mi.iasf.cnr.it is a newsreading account used by more persons to
avoid unwanted spam. Any mail returning to this address will be rejected.
Users can disclose their e-mail address in the article if they wish so.
pozz
2009-05-01 07:34:31 UTC
Post by SD's NoSpam Newsreading account
Post by pozz
Nel caso D ed E è necessario conservare ai fini fiscali, insieme allo
scontrino, anche la ricetta medica. Nel caso di farmaci per cui si
paga solo il ticket (caso D), siccome la ricetta rossa del medico di
base viene trattenuta dalla farmacia, si può conservare la semplice
fotocopia (e come si fa se la fotocopia non la si ha?).
A me il CAF ha sempre accettato (come da istruzioni del 730) tutti gli
scontrini C ed E che riportano il prezzo pieno SENZA necessita' di
vedere la ricetta ma con una semplice autodichiarazione.
Che tipo di autodichiarazione? Nello scontrino c'è già quasi tutto:
codice fiscale del contribuente, tipologia, qualità, quantità e prezzo.
Cosa autodichiari? Il fatto di aver avuto una prescrizione medica?
Post by SD's NoSpam Newsreading account
Non ho mai
capito perche' invece nel caso D ci voglia la fotocopia della ricetta
rossa ... lo scontrino parlante e' sufficientemente chiaro, indica sia
il ticket che l'eventuale differenza di prezzo (e ovviamente il codice
fiscale del malato) ... pero' la somma dei ticket non la accettano mai.
Non la accettano se non hai la fotocopia della ricetta rossa, altrimenti
sono costretti ad accettarla, giusto?
In effetti la storia è molto strana, ma è ben specificata nelle
istruzioni del 730 (pag. 64 in appendice):

"la documentazione della spesa sostenuta
per i ticket potrà essere costituita dalla fotocopia
della ricetta rilasciata dal medico di
base in unico esemplare corredata dallo
scontrino fiscale rilasciato dalla farmacia,
corrispondente all’importo del ticket pagato
sui medicinali indicati nella ricetta;"
Post by SD's NoSpam Newsreading account
Ora tipicamente una va dal medico la sera prima che gli finiscano dei
farmaci (o magari ne ha bisogno d'urgenza) e poi corre in farmacia prima
che chiuda. Mica puo' aspettare il giorno dopo a curarsi per farsi la
fotocopia della ricetta in ufficio, o andare in cartoleria a farla a
pagamento (che a quel punto gli costa piu' del 19% rimborsato).
Non ho mai capito il senso di questa piccola vessazione sui ticket (che
se poi una e' cronica possono anche non essere una piccolissima cifra).
Sono perfettamente d'accordo...
Uplbet
2009-05-01 09:47:36 UTC
Post by pozz
"la documentazione della spesa sostenuta
per i ticket potrà essere costituita dalla fotocopia
della ricetta rilasciata dal medico di
base in unico esemplare corredata dallo
scontrino fiscale rilasciato dalla farmacia,
corrispondente all’importo del ticket pagato
sui medicinali indicati nella ricetta;"
quel " potra' " e' un capolavoro di chiarezza fiscale ... :-)
tanto piu' che il comma immediatamente successivo a quello da te
citato recita:
"Per le spese sanitarie relative all’acquisto di medicinali, a
decorrere dal 1° gennaio 2008 la detrazione spetta se la spesa è cer-
tificata da fattura o da scontrino fiscale (c.d. “scontrino parlante”)
in cui devono essere specificati la natura, la qualità e la quantità
dei prodotti acquistati nonché il codice fiscale del destinatario."

Ciao
---
Uplbet
Cristian Cudizio
2009-05-05 07:59:19 UTC
Post by Uplbet
"la documentazione dellaspesasostenuta
per i ticket potrà essere costituita dalla fotocopia
della ricetta rilasciata dal medico di
base in unico esemplare corredata dallo
scontrino fiscale rilasciato dalla farmacia,
corrispondente all’importo del ticket pagato
sui medicinali indicati nella ricetta;"
quel " potra' " e' un capolavoro di chiarezza fiscale ... :-)
tanto piu' che il comma immediatamente successivo a quello da te
"Per le spese sanitarie relative all’acquisto di medicinali, a
decorrere dal 1° gennaio 2008 ladetrazionespetta se laspesaè cer-
tificata da fattura o da scontrino fiscale (c.d. “scontrino parlante”)
in cui devono essere specificati la natura, la qualità e la quantità
dei prodotti acquistati nonché il codice fiscale del destinatario."
Ciao
---
Uplbet
Continuo ad essere incerto, e sospetto che i CAAF ci mettano del loro.
Non ho ancora la certezza che uno scontrino parlante che rispetta
tutte
le indicazioni sia sufficiente, per detrarre la spesa se non
accompagnato
da prescrizione medica. Anche perchè, nelle istruzioni non dice
espressamente
che non serve tale prescrizione (sto parlando del caso C) ) Però nel
caso
di medicinali con ticket e ricetta nelle istruzioni si richiede
esplicitamente
la fotocopia della ricetta, e poi dice che dal 1^ gennaio 2008 ecc
ecc.
Ma io sto facendo la dichiarazione per i redditi 2008, quindi ho solo
scontrini
dal 1^ gennaio 2008. Quindi, gli scontrini parlanti con la dicitura
medinale
oltre che necessari sono sufficienti si o no? La prescrizione serve?
non è
che questa viene data come requisito scontato in quanto gia previsto
da
precedenti norme e/o circolari?

Saluti
Cristian
Cristian Cudizio
2009-05-05 08:13:29 UTC
Post by Cristian Cudizio
Post by Uplbet
"la documentazione dellaspesasostenuta
per i ticket potrà essere costituita dalla fotocopia
della ricetta rilasciata dal medico di
base in unico esemplare corredata dallo
scontrino fiscale rilasciato dalla farmacia,
corrispondente all’importo del ticket pagato
sui medicinali indicati nella ricetta;"
quel " potra' " e' un capolavoro di chiarezza fiscale ... :-)
tanto piu' che il comma immediatamente successivo a quello da te
"Per le spese sanitarie relative all’acquisto di medicinali, a
decorrere dal 1° gennaio 2008 ladetrazionespetta se laspesaè cer-
tificata da fattura o da scontrino fiscale (c.d. “scontrino parlante”)
in cui devono essere specificati la natura, la qualità e la quantità
dei prodotti acquistati nonché il codice fiscale del destinatario."
Ciao
---
Uplbet
Continuo ad essere incerto, e sospetto che i CAAF ci mettano del loro.
Non ho ancora la certezza che uno scontrino parlante che rispetta
tutte
le indicazioni sia sufficiente, per detrarre la spesa se non
accompagnato
da prescrizione medica. Anche perchè, nelle istruzioni non dice
espressamente
che non serve tale prescrizione (sto parlando del caso C) ) Però nel
caso
di medicinali con ticket e ricetta nelle istruzioni si richiede
esplicitamente
la fotocopia della ricetta, e poi dice che dal 1^ gennaio 2008 ecc
ecc.
Ma io sto facendo la dichiarazione per i redditi 2008, quindi ho solo
scontrini
dal 1^ gennaio 2008. Quindi, gli scontrini parlanti con la dicitura
medinale
oltre che necessari sono sufficienti si o no? La prescrizione serve?
non è
che questa viene data come requisito scontato in quanto gia previsto
da
precedenti norme e/o circolari?
Saluti
 Cristian
Aggiungerei, che leggendo anche una tempestiva (?) circolare
dell'agenzia delle entrate di ieri (?)
http://www.agenziaentrate.it/ilwwcm/resources/file/ebecc400c5ec51b/circ.%20n.%2021E%20del%204%20maggio%202009.pdf
a pagina 21 c'è scritto:
"Al riguardo, si specifica che il sostenimento
della spesa per i farmaci, dal 1° gennaio 2008 è
comprovato esclusivamente da fattura o da
scontrino (o copia leggibile dello stesso)
in cui devono essere specificati la natura,
la qualità e la quantità dei prodotti
acquistati e il codice fiscale del destinatario."

Ora, quell'"ESCLUSIVAMENTE" dovrebbe essere
chiaro, lo è?

Saluti
Cristian
Astrusovic
2009-05-19 12:37:59 UTC
Post by Cristian Cudizio
Post by Cristian Cudizio
Post by Uplbet
"la documentazione dellaspesasostenuta
per i ticket potrà essere costituita dalla fotocopia
della ricetta rilasciata dal medico di
base in unico esemplare corredata dallo
scontrino fiscale rilasciato dalla farmacia,
corrispondente all’importo del ticket pagato
sui medicinali indicati nella ricetta;"
quel " potra' " e' un capolavoro di chiarezza fiscale ... :-)
tanto piu' che il comma immediatamente successivo a quellodate
"Per le spese sanitarie relative all’acquisto di medicinali, a
decorrere dal 1° gennaio 2008 ladetrazionespetta se laspesaè cer-
tificatadafattura odascontrino fiscale (c.d. “scontrino parlante”)
in cui devono essere specificati la natura, la qualità e la quantità
dei prodotti acquistati nonché il codice fiscale del destinatario."
Ciao
---
Uplbet
Continuo ad essere incerto, e sospetto che i CAAF ci mettano del loro.
Non ho ancora la certezza che uno scontrino parlante che rispetta
tutte
le indicazioni sia sufficiente, per detrarre la spesa se non
accompagnato
daprescrizione medica. Anche perchè, nelle istruzioni non dice
espressamente
che non serve tale prescrizione (sto parlando del caso C) ) Però nel
caso
di medicinali con ticket e ricetta nelle istruzioni si richiede
esplicitamente
la fotocopia della ricetta, e poi dice che dal 1^ gennaio 2008 ecc
ecc.
Ma io sto facendo la dichiarazione per i redditi 2008, quindi ho solo
scontrini
dal 1^ gennaio 2008. Quindi, gli scontrini parlanti con la dicitura
medinale
oltre che necessari sono sufficienti si o no? La prescrizione serve?
non è
che questa viene data come requisito scontato in quanto gia previsto
da
precedenti norme e/o circolari?
Saluti
 Cristian
Aggiungerei, che leggendo anche una tempestiva (?) circolare
dell'agenzia delle entrate di ieri (?)http://www.agenziaentrate.it/ilwwcm/resources/file/ebecc400c5ec51b/ci...
"Al riguardo, si specifica che il sostenimento
della spesa per ifarmaci, dal 1° gennaio 2008 è
 comprovato esclusivamentedafattura oda
 scontrino (o copia leggibile dello stesso)
 in cui devono essere specificati la natura,
 la qualità e la quantità dei prodotti
 acquistati e il codice fiscale del destinatario."
Ora, quell'"ESCLUSIVAMENTE" dovrebbe essere
chiaro, lo è?
Lo è per tutti, ma evidentemente non per chi ha gestito le istruzioni
del 730. Vaff.... ciao

Astrusovic
2009-05-19 12:35:07 UTC
Quindi, gli scontrini parlanti con la dicitura medinale
oltre che necessari sono sufficienti si o no?
A stretto parere di logica, secondo me si. Quanto
all'autocertificazione della "necessità" di avere fatto certi
acquisti, mi pare una previsione kafkiana... bhe, certo a ben pensarci
potrebbero esserci hobbisti che acquistano medicinali, occhiali,
protesi dentarie per collezione... :-) questa mi sfuggiva...
La prescrizione serve? non è
che questa viene data come requisito scontato in quanto già previsto da
precedenti norme e/o circolari?
Esatto, è il mio stesso dubbio. Se prendiamo le istruzioni dei 730
passati, mi sa che quei testi ci sono anche lì. ciao
Astrusovic
2009-05-19 12:29:11 UTC
Post by Uplbet
quel " potra' " e' un capolavoro di chiarezza fiscale ... :-)
Chiedo scusa, giuro che non ti avevo letto prima...
Beh, in questa breve discussione siamo già in due a pensarla allo
stesso modo :-)
SD's NoSpam Newsreading account
2009-05-04 08:30:31 UTC
Che tipo di autodichiarazione? Nello scontrino c'Ú già quasi tutto: codice
fiscale del contribuente, tipologia, qualità, quantità e prezzo.
Cosa autodichiari? Il fatto di aver avuto una prescrizione medica?
Ormai da anni copio una formula presa da qualche istruzione del 730

'La sottoscritta ... dichiara la necessita' per se stessa dell'avvenuto
acquisto nel corso del yyyy delle prestazioni specialistiche,
oculistiche ed odontoiatriche, degli esami clinici, dei farmaci e degli
occhiali come documentato da scontrini, fatture e ricevute'

segue in genere una distinta delle varie voci (tipo excel tanto la uso
per fare i conti), e le fotocopie
--
----------------------------------------------------------------------
***@mi.iasf.cnr.it is a newsreading account used by more persons to
avoid unwanted spam. Any mail returning to this address will be rejected.
Users can disclose their e-mail address in the article if they wish so.
Astrusovic
2009-05-19 12:27:34 UTC
Post by pozz
A me il CAF ha sempre accettato (comedaistruzioni del 730) tutti gli
scontrini C ed E che riportano il prezzo pieno SENZA necessita' di
vedere la ricetta ma con una semplice autodichiarazione.
codice fiscale del contribuente, tipologia, qualità, quantità e prezzo.
Cosa autodichiari? Il fatto di aver avuto una prescrizione medica?
Già. Secondo me non è un CAF, ma un UCAF (Ufficio Complicazioni Affari
Facili...)
Post by pozz
In effetti la storia è molto strana, ma è ben specificata nelle
occavolo, questa mi sfuggiva
Post by pozz
"la documentazione della spesa sostenuta
per i ticket potrà essere costituita dalla fotocopia
della ricetta rilasciata dal medico di base in unico esemplare corredata dallo
scontrino fiscale rilasciato dalla farmacia, corrispondente all’importo del ticket pagato
sui medicinali indicati nella ricetta;"
indicazione assai pilatesca: "potrà". Che vuole dire potrà? Che
esistono anche altri modi?
"Deve" è una indicazione, "potrà" non dice niente... la mia
impressione è che sia un rimasuglio delle istruzioni di quando non
esisteva lo scontrino parlante. In quel caso effettivamente
l'indicazione aveva una sua logica.
Io il ticket ce lo metto, anche senza ricetta, il mio CAF ritengo lo
accetti senza problemi,
e qualora in sede di verifica me lo contestino, credo pure - dovrei
leggere la norma precisa, ora non posso - che una "interpretazione"
non vinca contro la norma, e quindi si ricorre e gli vinco in
commissione.... ottimista eh?
beh, per la verità mi pare che il fisco perda la maggior parte dei
ricorsi in commissione. ciao
Astrusovic
2009-05-19 12:19:54 UTC
On 30 Apr, 10:39, SD's NoSpam Newsreading account
Post by SD's NoSpam Newsreading account
Post by pozz
B parafarmaci: non si possono detrarre
Mah, ritengo che non si potesse anche prima... però si faceva fare la
ricetta bianca, si mettevano lì, c'era una prescrizione del medico,
ed il fisco non avevano chiaramente indicato che negli scontrini i
"parafarmaci" (che prima non veniva nemmeno precisato) non si potevano
detrarre
Post by SD's NoSpam Newsreading account
questa purtroppo e' una novita' (ingiusta) di quest'anno ... lo scorso
anno il CAF mi aveva accettato un ciclo semestrale di un costoso
parafarmaco per cui avevo esplicita prescrizione medica.
Mi accodo. Spendo tra i 100 ed i 150 euro al mese di creme per la
pelle, lo faccio per puro divertimento e perché sotto sotto sono
innamorato della farmacista... :-) se non le usassi la mia pelle
urlerebbe di continuo, mi gratterei, spellerei ecc. ecc.. Non saranno
farmaci, ma per me sono i miei "salva-vita". Non ne posso fare a meno.
Mi consolo col fatto che comunque non recupererei l'intera spesa, ma
solo il 19%. La detraggo dalla quota di soldi che mando per
beneficienza coi vari 4858... del cellulare...
E meno male che da qualche anno hanno reintrodotto la possibilità di
fare un ciclo termale annuo a carico del servizio sanitario (la cura,
non il soggiorno), mi sa che quest'anno uso questa possibilità.
Post by SD's NoSpam Newsreading account
Quest'anno ha
rigettato una costosa pomata dermatologica a mia madre nonostante la
prescrizione
Una pomata indicata come parafarmaco? diciamo che era una "crema" (lo
so, tecnicamente è corretto pomata, lo indicano anche sulla
confezione. E' anche vero che ho trovato la dicitura "dispositivo
medico" su una crema per la pelle, di certo non è un disp. medico,
però magari uno abbocca e la preferisce perché la detrae... invece no)
se è un farmaco non c'è verso, te lo detraevano
Post by SD's NoSpam Newsreading account
Post by pozz
C medicinali da banco: si possono detrarre
D medicinali con ricetta e ticket: si possono detrarre
E medicinali con ricetta senza ticket: si possono detrarre
A me il CAF ha sempre accettato (come da istruzioni del 730) tutti gli
scontrini C ed E che riportano il prezzo pieno SENZA necessita' di
vedere la ricetta ma con una semplice autodichiarazione. Non ho mai
capito perche' invece nel caso D ci voglia la fotocopia della ricetta
rossa ... lo scontrino parlante e' sufficientemente chiaro, indica sia
il ticket che l'eventuale differenza di prezzo (e ovviamente il codice
fiscale del malato) ...
STRAQUOTO. E' illogico, incomprensibile, incostituzionale? certamente
vessatorio.
Tra l'altro penalizza soprattutto le persone meno vispe, gli anziani
ad esempio,
un giovane ha tempo e possibilità (intendo deambulatorie) per andare a
farsi una fotocopia in cartoleria, o più facilmente ha una stampantina
multifunzione in casa con cui farsi la fotocopia
Post by SD's NoSpam Newsreading account
pero' la somma dei ticket non la accettano mai.
Devo dire che al mio CAF invece sono molto poco schizzinosi. Mai
contestato niente, tantomeno i ticket
Post by SD's NoSpam Newsreading account
Non ho mai capito il senso di questa piccola vessazione sui ticket (che
se poi una e' cronica possono anche non essere una piccolissima cifra).
Incomprensibile. Con lo scontrino parlante hanno tagliato la testa al
toro: dentro c'è tutto, il medicinale, l'acquirente,
a posteriori chiunque può controllare che il farmaco era "da ricetta
rossa", quindi se la ricetta non c'è è perché l'ha il Servizio
Sanitario!...
ma direi di più, anche le ricette bianche a che servono? Una volta
dimostravano, perché lo scontrino non indicava niente, allora tramite
i timbri a data e gli importi le ricette davano "prova" che certi
scontrini riguardavano quella ricetta e quella persona.
Adesso? Andrebbero conservate giusto quelle che permettono di detrarre
"parafarmaci" (es.: integratori alimentari - normalmente non
detraibili - che divengono detraibili perché "curativi" di una
patologia riferibile a loro mancanza, certificata da prescrizione
specialistica),
tanto adesso con il codice fiscale, Tizio può detrarre solo gli
scontrini di Tizio!!! Glielo volete spiegare al fisco??? ciao